Coach Santino Coppa: «A Costa un’impresa, ma possiamo ancora migliorare»

Una domenica mattina fresca e dolcissima per la SBC Palermo, tornata nella serata di ieri dalla vittoriosa trasferta di Costa Masnaga, la prima della stagione lontano dalle mura amiche del PalaMangano. Due punti fondamentali per la corsa salvezza, che rendono perfino i colori della spiaggia di Mondello più vivi e splendenti, da dove coach Santino Coppa commenta la gara delle sue ragazze di ieri.

«La definirei un’impresa, perché raggiunta contro una squadra con giocatrici giovani molto interessanti e che gioca benissimo a basket. Una vittoria sicuramente importante, ma non sono del tutto soddisfatto. Abbiamo per la prima volta visto un buon lavoro da parte delle ragazze sul tagliafuori, ad esempio, ma ad ogni modo abbiamo concesso troppi rimbalzi. C’è stato un piccolo progresso, ma sarò soddisfatto quando riusciremo a tenere le squadre del nostro livello sotto i 55 punti al massimo, perché poi le partite si costruiscono soprattutto in difesa.»

Due punti che valgono qualcosina in più, specie dopo un inizio traumatico di campionato, avendo affrontato quasi tutte le corazzate di questa Serie A1: «Quello di questa squadra sin qui è stato un percorso fisiologico di crescita – prosegue coach Coppa –, e non bisogna sottovalutare che siamo stati senza una straniera sino a 15 giorni fa, per cui tutto quello che è successo fin qui era nella norma. Fino all’altro ieri avremmo potuto vincere solo una partita e l’abbiamo vinta con Torino, quella con Costa Masnaga era molto difficile e per nulla scontata.»

Adesso non bisogna fermarsi. Domenica prossima (ore 18) al PalaMangano arriva Battipaglia, in quella che sarà un’altra cruciale sfida-salvezza: «Incameriamo questi due punti che ci danno tanto morale, ma non bisogna abbassare la guardia in vista della partita con Battipaglia che dovrà essere una conferma di questi miglioramenti – avverte l’allenatore della SBC –. Vorrei anche vedere più concentrazione da tutti in allenamento, specie da qualcuna. Aver vinto in casa di una diretta concorrente per la salvezza, con uno scarto rassicurante, è senza dubbio un ottimo risultato.»

Nota lieta, oltre chiaramente al 53-62, è stata la presenza di un folto gruppo di tifosi palermitani al seguito della squadra: «Come sono stato sorpreso della presenza a Palermo dei tifosi di Schio e Ragusa, lo sono stato altrettanto piacevolmente per quella di ieri di un gruppo di palermitani, alcuni che vivono al nord, e che meritavano una partita come quella che abbiamo giocato. Anche questo mi fa ben sperare. Tutti noi dobbiamo impegnarci al massimo per portare il pubblico vero al PalaMangano, perché solo così si costruisce il futuro. Io sono a Palermo per un progetto che si deve sviluppare a 360 gradi – conclude Coppa –. I risultati sono il carburante, però a loro deve corrispondere anche il pubblico e l’organizzazione. Solo così possiamo diventare una vera realtà nella massima serie.»

Lascia un Commento