Maddalena Vision, sconfitta in volata contro Acilia

Ancora una volta i minuti finali sono fatali alla Maddalena Vision Palermo, che cede 47-44 contro Acilia dopo un’eccellente rimonta.
Ridotta nell’organico dalla partenza di Zanetti e in attesa dell’arrivo e del debutto di Perseu, la Maddalena Vision ha a disposizione soltanto otto giocatrici per la trasferta romana (a fine gara saranno sette le atlete impiegate). Non aiuta sicuramente l’inizio ad handicap delle palermitane: farraginose e distratte in attacco, Verona e compagne realizzano appena due punti nel primo quarto, frutto di un appoggio da sotto dell’ala dopo quattro minuti di gioco. Dall’altra parte la partenza sprint di Ceccarelli gasa la formazione di Martinoia, che conduce 11-2 al termine del primo periodo.
Le stesse difficoltà si ripetono nel secondo quarto, quando il dinamismo di Ferrara e la versatilità di Cassarino provano a dare la scossa. Dalla panchina arrivano risposte importanti, ma le ospiti faticano ancora a ingranare: dunque è una tripla di Aleo, la prima di giornata, a restituire un po’ di ritmo in attacco alle siciliane, che finiscono in crescendo ma rimangono sempre a debita distanza sul 24-16 dopo la prima metà di gioco.
Dopo il riposo gli aggiustamenti di coach Musumeci si fanno sentire e la Maddalena Vision riacquista un po’ di equilibrio, poggiando sulle solide spalle di un’Aleo che chiuderà con 19 punti, top scorer di giornata. Acilia riesce però a non far rientrare le avversarie: si iscrive alla partita Perfetti con la tripla e la pivot Miele fa la voce grossa sotto canestro per chiudere il terzo periodo sul 35-27.
Nei 10’ finali si fa sentire la reazione della pariruolo Manfrè, che entra nella partita con quattro punti di fila. L’asse play-pivot tra lei e Aleo è il maggior cruccio in difesa per Acilia, che poco a poco perde la presa sulla partita, sino a quel momento decisamente salda. Un canestro di Manfrè e quattro tiri liberi a segno consecutivi fanno arrivare punto a punto la partita: ma la Maddalena Vision ha speso tantissimo, in attacco e in difesa, e arriva al finale in debito di energie. Acilia ne approfitta mostrando maggior esperienza e tiene a distanza le avversarie prima col 2/2 dai liberi di Miele, poi con quello di Ceccarelli. Finisce 47-44, ennesima sfida stagionale da cui Palermo esce a testa alta, recriminando però di non esser riuscita a centrare la vittoria: ma, considerate le difficoltà, la prestazione è da ritenersi senza dubbio incoraggiante.

Maddalena Vision Palermo – Aleo 19 (5/6, 4/6, 2/5), Sicola 2 (1/3, 0/2), Verona 4 (2/3), Chimenz (0/2), Manfrè 14 (4/5, 5/14); Ferrara 3 (1/3, 1/2, 0/1), Cassarino 2 (1/1, 0/1), Giannalia ne. All. Musumeci, Vice: Chines.
(T2: 14/31, T3: 2/9, Rimbalzi: 29+4, Recuperi: 9, Perse: 15, Assist: 3, Punti in area: 20)

Acilia Basket – Smareglia 2, Carbini, Perfetti 5, Ceccarelli 13, Miele 9; Martinoia 4, Panariti 1, Vavotici 9, Carfora, Tufano 2. All: Martinoia, Vice: De Rocchis.
Arbitri – Bandinelli e Piram.
NOTE
Parziali: 11-2, 13-14 (24-16), 11-11 (35-27), 12-17 (47-44)
Falli: Maddalena Vision 20 – Acilia Basket 19. Tiri liberi: Maddalena Vision 10/14 – Acilia Basket 13/14.
Top statistiche Maddalena Vision: Rimbalzi Ferrara 7 (5+2), Recuperi Ferrara 4, Falli subiti Aleo 6.

L’Addetto Stampa
Giuseppe Corrao

Lascia un Commento