GdS – Gatling carica la Sicily By Car: «Adesso vogliamo sei vittorie»

2 marzo 2020

di Marco Biundo

PALERMO – Seconda settimana consecutiva senza scendere in campo per la Sicily By Car PalermoBasket che, dopo la trasferta di Schio, si vedrà costretta a recuperare (con data ancora incerta) lo scontro diretto casalingo contro Costa Masnaga. A fare il punto della situazione in casa SBC, tra condizione fisica e mentale, è la pivot americana Keisha Gatling:

Quali sono le condizioni generali della squadra dopo questo stop forzato?
Penso che le condizioni fisiche e mentali della squadra siano buone. Non giochiamo da due settimane, ma ci siamo allenate come al solito. Mentalmente siamo sempre pronte e si tratta semplicemente di fare le cose separatamente dal basket per mantenere la mente nella giusta direzione.

C’è rammarico per non aver ribaltato la differenza canestri contro una diretta concorrente alla salvezza come Vigarano?
Nessun rimpianto, sicuramente non possiamo pentirci di nulla, qualunque cosa sia, ma penso anche che quella differenza canestri possa risultare decisiva se non dovessimo finire la stagione come vogliamo. Ogni canestro conta a questo punto ed è per questo che dobbiamo assicurarci di svolgere il nostro lavoro durante le partite. Però nessun rimpianto.

Cosa cambia, nel vostro calendario, dover recuperare una partita sulla carta molto difficile contro Schio? Anche perché probabilmente verrà inserita in infrasettimanale.
Andare a Schio in infrasettimanale non cambierebbe nulla. Giocare su quel campo è sempre difficile, ma tutto è possibile con la giusta preparazione e mentalità.

Quanto ha inciso questa pausa sui vostri ritmi?
La pausa non ha influito più di tanto, ci siamo allenate normalmente nelle ultime due settimane, quindi siamo pronte.

Quanto è importante lo scontro diretto contro Costa Masnaga?
Significa tutto per noi. Personalmente ritengo che ogni partita sia importante ora. Perdere non è un’opzione. Parlo molto con le mie compagne di squadra in campo e fuori dal campo e dico loro ogni giorno che possiamo sicuramente vincere le nostre ultime sei partite, quindi questa è l’unica mentalità che ho. I play-out non sono un’opzione, dobbiamo vincere sei partite. Sì, sarà difficile, ma possiamo sicuramente riuscirci.

Coronavirus, coach Coppa su blocco Serie A1: «Decisione che ci danneggia»

29 febbraio 2020

La settimana terribile scandita in tutto il Paese e in ogni ambito dall’allarme Coronavirus volge al termine, e così come avvenuto per la precedente giornata, anche la ventunesima di Serie A1 non sarà disputata. Uno stop, quello inflitto anche e non solo al massimo campionato cestistico femminile, che ad alcune può giovare, penalizzando invece altre compagini.

Una di queste, a detta del proprio allenatore, è proprio la Sicily By Car Palermo, attesa da calendario ad un sabato decisivo per la corsa salvezza contro Costa Masnaga in un PalaMangano che, invece, resterà chiuso: «Questa pausa ci danneggia moltissimo – spiega il coach delle palermitane, Santino Coppa –. Non voglio chiaramente mettere in discussione i motivi che hanno portato a questa decisione, sicuramente però fermarci non ci avvantaggia perché la squadra aveva raggiunto on ottimo stato di forma, trovando il giusto equilibrio psicologico e fisico e questa pausa ci ha bloccato in questa crescita.»

Il pensiero, in questi casi, si rivolge al collettivo senza dimenticare di guardare anche in casa propria: «Mi auguro si risolva presto tutto intanto da un punto di vista della salute pubblica – conclude coach Coppa –, e poi anche per permetterci di fare quello che siamo venuti a fare qui, ossia continuare a lavorare per quell’obiettivo così come egregiamente abbiamo fatto sin qui. Vogliamo raccogliere i frutti di questo lavoro, che al momento ci vengono preclusi per motivi non dipendenti dalla nostra volontà.»

Una decisione circa tempi e modalità della ripresa del campionato è attesa a breve da parte delle autorità competenti.

Serie B, la SBC Palermo chiude la regular season vincendo a Messina

26 febbraio 2020

Importante affermazione per la Sicily By Car Palermo nella personale ultima partita di stagione regolare in Serie B. Successo per 54-61 in casa della Rescifina Messina per le giovani palermitane allenate da coach Perseu che, dovendo riposare nell’ultima giornata di regular season, chiudono con 12 punti in classifica al quarto posto momentaneo in condominio con Cus Catania (una partita in meno) e Virtus Eirene Ragusa.

Match condotto dall’inizio alla fine per la SBC, con l’accelerata decisiva nel secondo periodo grazie alla difesa che ha concesso soltanto 7 punti alle messinesi nei secondi 10 minuti. Un secondo tempo di controllo ha, quindi, permesso alle giovani palermitane di portare a casa i due punti. Una prova maiuscola, specie considerati i ranghi ridotti con i quali ha dovuto presentarsi la SBC a questa sfida.

Si dovrà attendere non solo per il responso finale della stagione regolare, visto il blocco di tutti i campionati regionali disposto dalla FIP Sicilia, ma anche per l’inizio della fase successiva che saprà dire alla SBC se, alla sua prima stagione di Serie B con il proprio roster Under 18, avrà centrato o meno il traguardo prestigioso dei playoff.

RESCIFINA MESSINA – SICILY BY CAR PALERMO BASKET 54-61 (13-16, 20-28, 34-39, 54-61)

Messina: Cucinotta, Denaro, Marchese 2, Borgia 13, Turiano, Davì, Kalach 15, Spadaro 14, Melita 6, Rescifina, Melita 4. All. Interdonato

SBC: Casiglia 9, Caliò 14, Malara 15, Salamone, Nwachukwu 5, Gioè 16, Lipari 2. All. Perseu

La SBC invitata al ballo, domani trasferta in casa delle Campionesse d’Italia

22 febbraio 2020

L’occasione richiede il vestito buono e un portamento consono all’evento, il primo pronto ad essere strappato e sporcato e il secondo rispettoso, si, ma anche sfacciato. La Sicily By Car Palermo è pronta a far visita alla prima della classe, le campionesse d’Italia del Famila Wuber Schio, nel match della ventesima giornata del campionato di A1 Femminile.

Il campionato delle palermitane vive il suo momento clou, scandito anche dalla partita delle partite, una di quelle che sin dalla promozione di maggio aveva stuzzicato la fantasia della squadra gialloverde. L’avversario delle ragazze di coach Coppa è, d’altronde, ben noto: i 10 scudetti, le 11 Coppe Italia e le 11 Supercoppe Italiane aiutano senz’altro a chiarire la caratura della formazione allenata da coach Vincent Pierre. Un primato in classifica a quota 34 (Venezia l’ha raggiunta battendo nell’anticipo di questa giornata Battipaglia) frutto di 17 vittorie e soltanto 2 débâcle. Le campionesse d’Italia in carica, dopo l’infortunio alla schiena che sta tenendo fuori ormai da un paio di mesi quella che era la miglior realizzatrice, ossia Diamond DeShields, si sono ben consolate col talento della canarina Rodriguez Manso, guardia classe ’91 nativa di Las Palmas, che ha semplicemente avuto un impatto devastante nella massima serie italiana, mettendo a referto nelle sue sei uscite sin qui ben 17.3 punti di media. Ci sono poi Lisec, Andrè, Harmon, Keys, Gruda, passando per le italiane Cinili, Fassima e Dotto. Un roster tecnicamente impressionante, che anche nel match d’andata del PalaMangano aveva dettato legge, chiudendo con una vittoria sulla SBC Palermo per 69-90: «Loro sono una squadra fortissima – rincara l’ala palermitana Shayla Cooper –, con un roster di grande livello e un allenatore molto esperto. Noi dovremmo fare una partita intelligente, possesso dopo possesso.»

La Sicily By Car Palermo, dal canto suo, arriva a questo match con una condizione fisica non perfetta, ma sicuramente migliore rispetto alle ultime settimane. La sola Rosa Cupido ha dovuto recuperare in settimana per un fastidio alla caviglia che però non le impedirà di continuare ad essere molto utile per la squadra in campo anche in terra veneta. Il successo interno contro Vigarano ha riconsegnato molte certezze alle siciliane, specie dopo il derby perso a Ragusa, ben consapevoli che la salvezza passerà in primis dalle sfide del PalaMangano, ma che in uno scenario come quello del mitico PalaRomare si possono scacciare di dosso tutte le pressioni e scendere in campo con la voglia di rendere la vita difficile alla super Schio.

Palla a due domani, domenica 23 febbraio, alle ore 18 che sarà alzata da Angelo Bramante di San Martino Buon Albergo (VR), Cristina Culmone di Bologna (BO) e Claudia Ferrara di Bologna (Bo).
Diretta esclusiva sulla piattaforma OnDemand LBF TV.

Serie B, una grande prova non basta alla giovane SBC: la Rainbow Catania passa al PalaMangano

19 febbraio 2020

Un risultato negativo, ma maturato dopo una prestazione di altissimo livello e contro la virtuale (a meno di clamorosi risultati) capolista del campionato. La Sicily By Car Palermo di Serie B ha messo tutto sul proprio campo sabato, in occasione del match della settima giornata di ritorno, penultima della stagione regolare per le palermitane che riposeranno nell’ultima giornata, uscendo però sconfitta 61-67.

Gara in equilibrio, di fatto, per 30 minuti nei quali le due squadre si sfidano sul piano dell’intensità, soprattutto difensiva. Le giovanissime gialloverdidi coach Perseu (roster di Serie B composto esclusivamente dalla formazione Under 18) lottano come leonesse, pungendo con le triple di Casiglia e Gioè. Le etnee di coach Bianca si godono una Engeln da 22 punti a metà partita, sfruttando la maggior fisicità. SBC riesce a mettere la testa avanti al 30’, grazie anche a Caliò e Malara, e con Cappelli a chiudere il conto sul 48-47, ma è nell’ultimo periodo che Catania si scuote, aggiudicandosi il match con un parziale di 13-20 che piega le gambe alle palermitane.

«Sono molto contenta della prova delle ragazze – rivela coach Laura Perseu –. Abbiamo retto per 35 minuti contro una delle principali formazioni di questo campionato, che ci ha visto quest’anno all’esordio con un gruppo molto giovane. Alla fine ha pagato la maggior esperienza di Catania, ma la nostra crescita credo sia innegabile.»

Classifica che vede, a due giornate dalla fine, la SBC Palermo al quinto posto a quota 10 punti e con il quarto posto di Ragusa ad un passo che varrebbe i play-off. Prossimo match, ultimo di stagione regolare come detto, quello in casa della Rescifina Messina sabato alle 18.

Serie B
SICILY BY CAR PALERMO BASKET – RAINBOW CATANIA 61-67 (16-16, 31-33, 48-47, 61-67)

SBC: Abbate NE, Pepe NE, Montaina NE, Casiglia 19, Caliò 12, Cappelli 8, Malara 8, Salamone NE, Nwachukwu 4, Gioè 10, Lipari. All. Perseu

Catania: Diop 5,Ferlito NE, Aleo 9, Costi 2, La Manna 11, L. Engeln 35, Spina, Cocina 1, Venticinque NE, Licciardello NE, A. Engeln 4. All. Bianca

 

La Fotogallery del match a cura di Enzo Salamone