Vittoria e accesso matematico alla seconda fase per la Maddalena Vision

Una grande seconda metà di gara regala la vittoria 74-54 alla Maddalena Vision contro l’ostica Bari, due punti che garantiscono matematicamente il terzo posto nella classifica della Conference Centro-Sud.
Ancora senza l’infortunata Cassarino, coach Musumeci lancia in quintetto la giovane Zanetti, che ripaga con un’ottima prestazione (12 punti e 5/7 dal campo). Il primo quarto della Maddalena Vision inizia però con qualche incertezza di troppo, specie in difesa dove Bari sfrutta con efficacia ogni mismatch: l’asse Delli Carri-Perrone fa molto male alle padrone di casa, che chiudono il primo quarto sotto 15-18.
La zona della Maddalena Vision prova a rimediare ai danni, ma le pugliesi continuano a crivellare la retina con grande efficacia. D’altro canto, la Maddalena Vision non attacca male e muove bene la palla, ma i tiri non entrano: la squadra di Musumeci punge molto di più in contropiede dove ottiene punti preziosi per non mollare la partita. Al riposo si va sul 29-33.
È alla ripresa del gioco che si presenta una squadra diversa e soprattutto riesce a connettere un gran numero di tentativi: le lunghe Verona e Chimenz entrano prepotentemente in partita e Zanetti realizzano cinque punti importanti per la prima fuga palermitana sul 44-38. La circolazione di palla di Palermo è eccellente e ottima è l’abilità nel colpire la difesa pugliese sugli angoli del campo dove Verona e compagne trovano tanti tiri piazzati con spazio. Il terzo quarto si chiude 50-46 e la partita sembra aver cambiato padrone.
L’ultimo periodo si apre con una tripla pesante di Chimenz: Bari prova a tornare sotto con la solita Delli Carri, ma la difesa aggressiva delle palermitane prende presto le misure. Dall’altra parte invece l’attacco della Maddalena Vision è spietato e trova le giocate in grado di chiudere la partita: Verona è assoluta protagonista con due triple consecutive fotocopia dal lato destro che spaccano in due la partita, volando sul +9 (61-52). Bari va in confusione, cambia difese ogni possesso, perde anche un po’ la testa con gli arbitri (espulso il dirigente pugliese Scaramuzzi nel finale), accusati di aver mutato il metro nel corso del match: va detto che una rapida occhiata al conto dei falli (27-26), nel corso di una partita molto spezzettata (cinque uscite per falli in tutto), non sposa appieno questa teoria. Nel finale di match, Bari ricorre anche al fallo sistematico, ma Aleo e Sicola capitalizzano in lunetta: finisce 74-54.
Come detto, due punti importanti per la Maddalena Vision: con la sconfitta di ieri di Sorrento, le palermitane sono sicure del terzo posto con due giornate d’anticipo. Ma è vietato riposarsi: le prossime due gare, contro Pesaro e una Sorrento ancora in corsa per il quarto posto, potrebbero esser fondamentali per incamerare punti nella fase successiva, quindi bisogna far risultato. E se il gioco continua a esprimersi sui livelli di ieri, ci sono ampi margini per ottenerli.

Maddalena Vision Palermo – Aleo 12(6/8, 0/3, 2/6), Sicola 11 (5/8, 3/7, 0/4), Zanetti 12 (3/3, 2/4), Verona 19 (5/7, 4/8, 2/2), Manfrè 5 (1/2, 2/8, 0/1); Ferrara 1 (1/2, 0/1), Chimenz 12 (3/6, 3/5, 1/1), Giannalia 2 (1/1), Ajaereh ne, Cassarino ne. All. Musumeci, Vice: Chines.
(T2: 16/36, T3: 7/18, Rimbalzi: 27+3, Recuperi: 22, Perse: 15, Assist: 8, Punti in area: 20)

Pink Sport Time Bari – Araneo, Delli Carri 20, Sasso, Perrone 12, Pastore 12; Ricercato 6, Liuzzi 2, Scaramuzzi 2, Favilla ne. All: Ferrante.
Arbitri – Guida e Nicosia.
NOTE
Parziali: 15-18, 14-15 (29-33), 21-11 (50-44), 24-10 (74-54).
Falli: Maddalena Vision 27 – Bari 26. Tiri liberi: Maddalena Vision 21/33 – Bari 19/23.
Uscite per falli: Verona, Manfrè e Chimenz (Maddalena Vision); Delli Carri e Scaramuzzi (Bari).
Top statistiche Maddalena Vision: Rimbalzi Verona 7 (5+2), Assist Aleo 3, Recuperi Aleo 7, Falli subiti Aleo 9, Valutazione Aleo, OER Zanetti 1,33.

L’Addetto Stampa
Giuseppe Corrao

Lascia un Commento